Servizio civile

  • Pronti i badge per i volontari in servizio civile presso Associazione Mosaico!

    badge ok 1

     

     

     

     

    In questi giorni Associazione Mosaico sta ditribuendo i nuovi badge ai volontari attualmente in servizio civile.

  • Pronto per la pubblicazione il bando 2010 per la selezione di volontari! Mettiti subito in contatto con Associazione Mosaico!

    Le graduatorie definitive sono già state pubblicate, ed ora siamo agli sgoccioli per l'uscita del bando sulla Gazzetta Ufficiale. L’uscita del bando è prevista per venerdì 3 settembre, e da tale data i giovani interessati avranno solo 30 giorni di tempo per presentare la loro domanda di partecipazione al bando.

    I progetti di Associazione Mosaico approvati ed a bando riguardano ben 222 posizioni, in tutte le province lombarde!

    Non perdete tempo e seguite le nostre indicazioni e consigli: consultate le schede dei progetti alla sezione Progetti di Servizio civile e scegliete quello che vi interessa maggiormente; andate alla sezione Contatti, compilate ed inviate il form con tutti i dati richiesti. In alternativa potete comunicarli telefonicamente a Mosaico al telefono 035 254140.

    Con questi semplici due passaggi verrete inseriti nel sistema di selezione ed ingaggio: sarete immediatamente contattati dagli operatori di Associazione Mosaico, per concordare date ed orari.

  • Pubblicate le graduatorie di Servizio Civile Universale 2019

    In data 12 dicembre 2019 sono state pubblicate le graduatorie di Servizio Civile Universale per il bando 2019.

    Scopri a questo link tutti gli idonei selezionati che entreranno in servizio a metà gennaio 2020

  • Pubblicate le graduatorie relative ai progetti che prenderanno l'avvio nel 1° semestre 2005 (bando 21 ottobre 2004)

    Per visionare le graduatorie

  • Pubblicate le graduatorie relative al bando scaduto il 1 giugno 2005

    Per visionare le graduatorie

  • Pubblicati i bandi 2007

    Il Ministero della Solidarietà sociale – Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ufficio Nazionale per il Servizio Civile ha emesso il bando per la selezione di 25.924 volontari da impiegare in progetti di servizio civile nazionale in Italia e all'estero per l'anno 2007.

    Associazione Mosaico è presente con 31 progetti con 503 posizioni disponibili. La chiusura di detto bando è stata posta entro le 14.00 del 12 luglio 2007.

    Ricordiamo alle persone interessate che rimangono solo 30 giorni per presentare la domanda di partecipazione al bando e accedere ai posti di servizio civile. Vi rimandiamo alla sezione progetti per maggiori dettagli.

  • Pubblicato il bando 2008. Ti stiamo cercando!

    La Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ufficio Nazionale per il Servizio Civile, ha emesso il bando per la selezione di 34.104 volontari da impiegare in progetti di Servizio civile nazionale in Italia e all'estero per l'anno 2008.

    Associazione Mosaico è presente con 11 progetti e 116 posizioni disponibili nelle province di Bergamo, Brescia, Como, Cremona, Milano, Varese e Ravenna.

    La chiusura di detto bando è stata posta entro le ore 14:00 del 7 luglio 2008. Ricordiamo alle persone interessate che hanno solo 30 giorni per presentare la domanda di partecipazione al bando.

    Chi fosse interessato può contattare associazione Mosaico in orario d’ufficio telefonando allo 035 254140 oppure inviare una Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. È altresì possibile lasciare i propri dati anagrafici compilando il form presente nell’area contatti di questo sito. Vi rimandiamo alla sezione progetti per maggiori dettagli.

  • Quando la Danzamovimentoterapia incontra il Servizio civile il successo è assicurato!

    Grande successo di iscrizioni per il corso di Danzamovimentoterapia organizzato da Associazione Mosaico per i propri volontari

    “Quando l'educatrice Cristina Chillè, ideatrice del corso, ci ha chiesto di promuovere un corso di Danzamovimentoterapia (DMT) tra i volontari in servizio civile presso le sedi dei nostri associati, ci siamo subito attivati perché ciò potesse diventare un'opportunità di formazione per i ragazzi”- esordisce Claudio Di Blasi, Presidente di Associazione Mosaico, che spiega - “Il focus del lavoro di DMT è la relazione e la comunicazione con l’altro, elementi di primaria importanza per i volontari in servizio civile, che vengono costantemente a contatto con persone portatrici di diverse esigenze e problematiche più o meno gravi.”

    La DMT è infatti una disciplina orientata a promuovere l’integrazione fisica, emotiva, cognitiva e relazionale, la maturità affettiva e psicosociale e la qualità della vita della persona.
    La proposta formativa destinata a ragazzi e ragazze che hanno scelto di impegnarsi nel servizio civile si inserirà all'interno del percorso di formazione specifica e nasce proprio dall’idea di offrire loro un setting specifico dove partire dalla conoscenza di sé attraverso il movimento per andare verso l’altro inteso come portatore di bisogni e risorse propri.
    Con l'acquisizione di queste competenze i volontari in servizio civile potranno portare avanti una significativa e più consapevole relazione con i loro utenti e realizzare in questo modo le attività previste dai progetti in modo più efficace e con risultati migliori dal punto di vista qualitativo.

    L'occasione di partecipare al corso è stata prontamente colta dai volontari in servizio civile, che in meno di una settimana hanno esaurito i posti messi a disposizione da Associazione Mosaico. Grande entusiasmo è stato riscontrato anche dai responsabili degli Enti sede di progetti di servizio civile, che considerano il corso una grande opportunità per i giovani di acquisire competenze spendibili durante il loro servizio civile e in futuro sul mercato del lavoro.

  • Quando la notte è buia le stelle brillano di più. Grazie ragazzi!

    notte

    Care volontarie e cari volontari,

    in queste settimane abbiamo dovuto concentrare le nostre energie nel comunicarvi cosa fare e come comportarsi durante l’emergenza Corona Virus, rispondendo alle vostre domande, ai vostri dubbi ed ai vostri legittimi timori.

    Dall’otto marzo la situazione ha subito un aggravamento che tutti noi ci auguravamo non accadesse, ed abbiamo dovuto applicare il provvedimento del “permesso straordinario” per i 573 volontari del servizio civile universale e della leva civica regionale operativi nelle sedi di Associazione Mosaico sui territori della Lombardia, e sino al prossimo 3 aprile:  solo i volontari operanti in attività connesse alla gestione dell’emergenza Corona Virus, e solo su loro esplicito consenso, potranno proseguire a svolgere il “normale” servizio.

    Approfitto di qualche minuto di pausa per ringraziarvi della vostra pazienza, ma soprattutto per dirvi che è per me un onore essere il vostro “responsabile” di servizio civile e leva civica: ho messo tra virgolette il sostantivo responsabile, perché i veri ed autentici responsabili siete voi.

    Sono rimasto colpito dal numero di telefonate ricevute in cui avete dato la vostra disponibilità per continuare ad operare a favore degli anziani, dei disabili, delle comunità alloggio per minori, del trasporto sanitario, della comunicazione rivolta ai cittadini.

    Potevate starvene a casa, comunque retribuiti, ma non avete esitato a rimboccarvi le maniche, perché avete compreso di quanto la vostra comunità abbia bisogno di voi.

    I mezzi di informazione in questi giorni propongono reportage dove i vostri coetanei paiono far caso solo al divertimento ed all’aperitivo: dovrebbero fare un salto nelle vostre sedi di servizio, dovrebbero accompagnarvi mentre consegnate i pasti agli anziani, mentre fate un trasporto disabili, mentre fate passare il tempo ai ragazzini di una casa famiglia…. dovrebbero, perché si farebbero una diversa opinione delle nuove generazioni che vivono in Lombardia.

    Quelli di voi operanti in biblioteche, musei, scuole di ogni ordine e grado nella stragrande maggioranza dei casi non hanno alternative al “permesso straordinario”, ma sono certo che utilizzerete questo periodo di fermo obbligato per dare una mano in famiglia, per studiare e, perché no, per fare una buona chiacchierata con gli amici su whatsapp.

    Benché obiettore di coscienza, sono sempre stato orgoglioso di mio nonno, che all’età di 18 anni partì per le trincee della I guerra mondiale: era alpino, inquadrato nel Gruppo Artiglieria di Montagna “Bergamo”, una unità il cui motto è “Berghem de Sass”, ovvero “Bergamo di Roccia”.

    Nel servizio civile e nella leva civica non è mai invalsa l’usanza di distribuire riconoscimenti e medaglie per il comportamento valoroso e responsabile durante il servizio: tuttavia penso che già ora, ognuno di voi abbia il diritto di potersi fregiare del titolo di “Volontare de Sass”.

    Questa emergenza finirà, vinceremo questa sfida, ed allora potremo festeggiare tutti insieme quello che state facendo ed avete fatto. Nel frattempo, andiamo avanti e non molliamo.

    Con riconoscenza e rispetto

    Claudio Di Blasi

     

     

    Responsabile di servizio civile e leva civica per Associazione Mosaico

    Bergamo, 11 marzo 2020

     

  • Quer pasticciaccio brutto de Via Sicilia....

    Non se ne fanno scappare una... è questo il commento che sorge spontaneo dopo aver letto l'interrogazione parlamentare presentata ieri dall'onorevole Erica Rivolta su una vicenda a prima vista semplice: il trasloco di U.N.S.C., avvenuto nell'estate 2011,  dalla “storica” sede di San Martino della Battaglia all'attuale ubicazione di Via Sicilia.
    Nell'interrogazione (che potete leggere qui, grazie al cortese invio del testo da parte della parlamentare leghista) si evidenzia come un'operazione nata all'insegna del risparmio si sia tramutata in un.... aumento dei costi!
    Un'intricata vicenda di accordi ufficiosi tra UNSC ed Agenzia del Demanio, di interpretazioni mutate nel giro di poche settimane, di affitti che da € 0 passano ad € 800.000 (ottocentomila).
    Lasciamo ai lettori l'arduo compito di un sereno giudizio sulla vicenda.
    Certo è che il grande Carlo Emilio Gadda (nato e vissuto a Milano per metà della sua vita, per poi divenire nella seconda metà romano d'adozione) non avrebbe avuto alcun dubbio per il titolo da dare a questa vicenda.... er pasticciaccio brutto de Via Sicilia.

  • Raccolta firme “Servizio civile: 25 ore subito!”

    Mosaico sostiene l’iniziativa di AVOLON: l’Associazione dei VOLontari e Obiettori Nonviolenti ha iniziato una petizione on line per chiedere la riduzione dell’orario di servizio dei volontari in Servizio civile nazionale da un minimo di 30 a 25 ore settimanali, con un conseguente abbassamento del monte ore annuo minimo da 1.400 a 1.200 ore.

  • Racconta il tuo servizio civile partecipando al concorso fotografico "Scatto civico"

    emoticon-della-macchina-fotografica-19731655Le ACLI Lombardia, con il sostegno di Regione Lombardia, promuovono il concorso fotografico "SCATTO CIVICO - il racconto per immagini di un anno servizio civile".
    Possono partecipare giovani di età compresa tra i 18 e i 35 anni che hanno svolto o stanno svolgendo un  progetto di servizio civile in Lombardia.
    Le fotografie dovranno pervenire entro e non oltre il 10 marzo all'indirizzo mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

    Clicca qui per scaricare il regolamento.

  • Racconto fotografico del Convegno "INVENTARE IL FUTURO La Leva Civica, strumento innovativo per i servizi civili regionali"

    Il racconto per immagini dell'evento del 6 maggio 2019 organizzato da Associazione Mosaico con il Patrocinio della Regione Lombardia.

    Pronti al decollo: un convegno dedicato ai giovani, al territorio e al futuro.

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 min

     

    L'accoglienza dello staff di Associazione Mosaico

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 2 min

     

    Saluto d'apertura di Attilio Fontana, Presidente di Regione Lombardia.

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 11 Fontana min

     

    Martina Cambiaghi, Assessore allo Sport e Giovani e Stefanie Mangili di Associazione Mosaico

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 37 Cambiaghi Stefy min

     

    Silvia Piani, Assessore alle Politiche per la Famiglia, Genitorialità e Pari Opportunità e a destra Andrea Monti, Consigliere regionale

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 Piani Monti min

     

    Elena Zanella, autosostenibilità finanziaria della leva civica e la sfida del fundraising

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 44 Zanella min

     

    La panoramica dei relatori intervenuti nella prima parte del convegno

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 38 Panoramica min

     

    Claudio di Blasi, Presidente di Associazione Mosaico e a destra Bambina Colombo, Presidente Federmanager Bergamo, moderatrice del brain storming pubblico durante la seconda parte del convegno

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 Di Blasi Colombo min

     

    Interviene Niccolò Carretta, Consigliere regionale

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 73 Z 2 Carretta min

     

    Erica Rivolta, Vice Presidente Commissione Bilancio Senato e a destra Alessandro Corbetta, Consigliere regionale

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 Rivolta Corbetta min

     

    Lasciamo l'Auditorium Giovanni Testori di Palazzo Lombardia soddisfatti e certi di aver centrato l'obiettivo: portare all'attenzione delle Istituzioni e del pubblico le enormi potenzialità offerte ai giovani e ai territori dalla Leva civica regionale.

    Inventare il Futuro Milano 06 05 2019 ZZZ min

     

    Per accedere ai contenuti video ed ascoltare gli interventi dei relatori, cliccare questo link

     

  • Regione Lombardia, Associazione Mosaico e "Ridi'n'Bergamo (quasi) Show" presentano tre incontri in cui il Servizio civile è il protagonista

    locandina-ridi n_bg_2011Saranno tre gli incontri che coinvolgeranno il mondo del Servizio civile all’interno del laboratorio comico di "Ridi’n’Bergamo (quasi) Show" e che si terranno presso l’Auditorium di Bergamo in piazza Libertà giovedì 7 e 21 aprile e 12 maggio alle ore 21.

    Gli incontri sono promossi da Associazione Mosaico in collaborazione con "Ridi’n’Bergamo (quasi) Show" , e rientrano tra le iniziative del progetto “A scuola di Servizio civile”, finanziato da Regione Lombardia – Direzione Famiglia, Conciliazione, Integrazione e Solidarietà Sociale.

    Gli spettacoli prevedono il susseguirsi di comici, acrobati, musicisti e ballerine che porteranno non solo la loro ilarità in performance innovative e accattivanti, ma soprattutto la loro testimonianza di vita e di impegno nel sociale. È altresì previsto un sipario comico dedicato al Servizio civile, finalizzato a promuovere tra i cittadini il Servizio civile, che rappresenta la possibilità, per i giovani di età compresa fra 18 e 28 anni, di collaborare alla realizzazione di progetti della durata di 12 mesi attivati da enti pubblici e del privato sociale che prevedono un impegno di circa 30 ore settimanali e una spettanza di 434 euro.

    «Il Servizio civile — sottolinea Claudio Di Blasi, presidente di Associazione Mosaico — è di fondamentale importanza per la crescita dei giovani, perché costituisce un’esperienza professionalizzante per acquisire competenze nel campo sociale e perché rappresenta un ottimo collante tra mondo della scuola e del lavoro. La collaborazione con Regione Lombardia – Direzione Famiglia e Solidarietà Sociale – finanziatrice del progetto, è di fondamentale importanza e ci permette immettere un valore aggiunto alla causa del Servizio civile regionale. Questo progetto — conclude Di Blasi — vuole essere un trampolino di lancio per la promozione del servizio civile usando una formula particolare la comicità al servizio del sociale».

    Al termine dello spettacolo, il pubblico potrà rivolgersi all’info point adiacente al palcoscenico del teatro per chiedere maggiori informazioni sul Servizio civile, su chi può parteciparvi e sulle caratteristiche che lo contraddistinguono e che ne fanno un fiore all’occhiello della realtà italiana.

  • Resoconto della mia esperienza di servizio civile

    Da gennaio 2019 a gennaio 2020 ho svolto il Servizio Civile Universale presso il comune di Misano di Gera d’Adda, mi occupavo di Assistenza agli anziani tramite un progetto chiamato “La filanda – Servizio Civile a favore degli anziani degli Enti locali lombardi”. Le mie mansioni erano tra le più varie, certamente la missione principale ritengo sia stata il mantenimento delle risorse e del benessere psicologico in soggetti con fragilità. Secondariamente la mia attività consisteva in un supporto pratico e immediato alle necessità giornaliere. Ho passato buona parte delle ore di servizio in momenti di condivisione del tempo insieme, in attività semplici ma benefiche come passeggiate e conversazioni. I momenti di dialogo erano in alcuni casi semplici conversazioni sulla vita quotidiana, i vari impegni, gusti personali e attualità. Molto spesso però il dialogo è stata una vera e propria forma di confronto psicologico sul presente, le difficoltà che la vecchiaia porta con te, ma anche di racconto e revisione del passato.

    Dall’altro lato io ero una fonte inesauribile di aiuto, per offrire assistenza fondamentale e giornaliera come andare a fare la spesa, altre piccole commissioni, ritirare e comprare per loro i farmaci prescritti.

    Un anno di servizio ha prodotto molteplici riflessioni che ruotano intorno ad alcuni temi fondamentali che ritengo siano punti centrali del mio percorso:

    • La vecchiaia e la malattia. Ognuno degli utenti seguiti è in qualche modo malato, alcuni hanno malattie che in età adulta sono facilmente gestibili, ma con il passare del tempo si aggravano e appesantiscono fisico e mente (es. Ipertensione, diabete); in altri casi il disturbo è prodotto da malattie degenerative (es. cecità, artrosi); in altri ancora, la malattia è interiore (disturbi psichiatrici, depressione). L’utente anziano è da un lato appesantito dai mali fisici che rendono difficoltosa anche la più semplice delle attività come camminare, dall’altro costantemente logorato da mali più infidi e silenziosi, che a poco a poco possono scalfirlo. È sicuramente il caso della malinconia che facilmente può trasformarsi in disturbi più gravi come la depressione. Il senso di solitudine è l’acerrimo nemico dell’anziano, a prescindere dai disturbi che deve gestire: ho imparato che la compagnia, o semplicemente la consapevolezza che c’è qualcuno che andrà a trovarli ed aiutarli può rivelarsi il farmaco più efficace per il loro benessere.

    Mi appello dunque ai figli e parenti delle persone anziane: anche se stanno male, sono stanchi e predisposti al lamento, non lasciateli mai soli, portate pazienza e siate la loro ancora di salvezza.

    • Fare i conti col passato e adattarsi al presente. Utenti anziani nati nella prima metà del 900 hanno vissuto a pieno le difficoltà della II Guerra Mondiale e l’estrema povertà lasciata in seguito al conflitto. Parlare con loro del passato è importante, neurologicamente per mantenere attiva la loro memoria a lungo termine e stimolarli cognitivamente, ma anche psicologicamente per aiutarli ad autovalutare il loro livello di benessere, ad accogliere l’evoluzione della vita, ciò che di buono hanno raggiunto tramite estremi sacrifici. Emergerà sicuramente la nostalgia di quei tempi in cui “si stava meglio quando si stava peggio”, ma anche la contentezza di potersi meritare il riposo della terza età. Ho notato spesso anche un certo livello di disprezzo nei confronti del mondo attuale, troppo ricco di beni materiali ma povero di spirito a loro avviso. Il costante contatto dell’utenza con ragazzi giovani come i prestatori di Servizio civile non può che fare loro bene e mantiene costantemente in contatto con il presente, i cambiamenti generazionali e le nuove mode. Il rischio dell’anziano solo è che nemmeno sia consapevole dei cambiamenti in atto nella società in cui vive. 
    • Il lutto e la morte: la morte è come una foschia che costantemente si aggira nella mente dell’anziano, ne sente sempre addosso la puzza appestante e ci pensa spesso. Per svolgere questo servizio è fondamentale imparare a parlare della morte. La morte circonda anche l’anziano vivente perché vede intorno a se altri amici e parenti cari che se ne vanno. È statisticamente molto probabile che qualche utente, o coniugi degli stessi possano morire mentre si svolge il servizio e per quanto il tempo passato insieme sia stato poco il dolore si fa sentire. Nel mio caso due utenti sono morti durante il mio mandato, porterò nel cuore l’ultimo saluto che sono riuscita a dare ad uno di questi. Mentre gli stringevo forte la mano e lo baciavo sulla fronte sentivo dentro di me la consapevolezza che non lo avrei più rivisto, ma ho trovato la forza di lasciarlo andare con un buon livello di pace e accettazione perché questa è la vita.

    Consigli e indicazioni:

    Sulla base della mia esperienza mi sento di lasciare una serie di consigli o perlomeno aprire il dibattito in merito ad alcune tematiche.

    Il livello di preparazione: è possibile svolgere al meglio questo servizio senza una preparazione pregressa nel settore sociale? Si, ma non al meglio. Ho verificato sulla mia pelle che le conoscenze pregresse date dal mio percorso scolastico (in psicologia) sono state fondamentali per svolgere più facilmente ed in autonomia i compiti. La formazione proposta da associazione Mosaico e dall’Ente è d’aiuto ma abbisogna di altre conoscenze complementari.

    Durata e contratto: il servizio civile universale è la forma di contratto ideale per prendere in mano un progetto di questo tipo? Non sono riuscita a darmi una risposta convincente. Innanzitutto, sono ben consapevole che gli Enti pubblici siano in difficoltà economica e spesso il SCU è l’unico modo per poter fornire un servizio alla persona e altre forme contrattuali sarebbero troppo onerose.

    Contro: penso che il distacco tra volontario in servizio e utenza anziana sia doloroso per entrambi alla fine dell’esperienza e pone gli anziani in una condizione di malessere data da pensieri malinconici ed abbandonici. Certamente un contratto a tempo indeterminato permetterebbe continuità e stabilità, anche per evitare complicati passaggi di consegna.

    Pro: l’anziano ha bisogno di essere costantemente stimolato e di non arenare mente e corpo nell’abitudine. Ogni volontario nuovo è portatore di nuovi stimoli, bisogni, attivazioni e forme di comunicazione che tengono attivo l’anziano e lo spronano a far sentire la propria voce ed impegnarsi nella costruzione di un legame positivo. Banalmente: ogni nuovo volontario di Servizio civile è un nuovo amico, fonte di comunicazione, confronto e, si spera, sostegno benefico.

    In conclusione, la mia esperienza di Servizio civile è stata positiva e l’elasticità di orario e la completa disposizione dell’Ente in cui ho operato mi hanno permesso di continuare a studiare e in parte frequentare i corsi universitari senza dover abbandonare, o mettere completamente in pausa, il percorso di studi.

    Grazie a tutti voi che siete stati parte del mio viaggio in questa esperienza. Non dimenticherò mai cosa vuol dire svolgere il Servizio Civile.
    Lucia Sala, Volontaria di Servizio Civile Universale - Bando 2018 in servizio presso il comune di Misano di Gera d’Adda (BG) per il progetto: “La filanda – Servizio Civile a favore degli anziani degli Enti locali lombardi”.

     

  • Riaperti i termini per essere sede di servizio civile volontario di Associazione Mosaico

    L’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile ha riaperto i termini per l’accreditamento, che potrà avvenire nel periodo dal 1° febbraio al 15 marzo 2006. Tutti gli enti che non sono ancora accreditati possono quindi ora entrare a far parte delle nostre sedi di servizio, semplicemente aderendo ad Associazione Mosaico: per fare ciò è sufficiente mettersi in contatto telefonico con l’Associazione allo 035 254140 in orario d’ufficio.

    Gli Enti già aderenti ad Associazione Mosaico riceveranno tramite posta elettronica istruzioni per gli eventuali adeguamenti delle sedi di servizio e delle figure ad esse inerenti.

  • RIPARTONO IL SERVIZIO CIVILE E LA LEVA CIVICA DI MOSAICO: ECCO I NOSTRI NUMERI

     

     

    NUMERI

    In queste settimane Associazione Mosaico, in sinergia con gli enti associati, ha valutato quando e con quali modalità riavviare i progetti di Servizio Civile e Leva Civica, interrotti per l’emergenza Coronavirus. Come siamo messi?

    Per quanto riguarda il Servizio Civile Universale, su 394 operatori del Servizio Civile hanno ripreso il loro servizio in 167, pari al 42%. Degli operatori attivi, 49 (pari al 29%) operano da remoto (modalità smart-working), 91 (il 54%) hanno ripreso le loro attività sul territorio, mentre i restanti 27 (16%) operano in modalità mista. Sempre per ciò che riguarda il Servizio Civile, 120 giovani (ovvero il 72%) stanno svolgendo le attività previste dal progetto, mentre i restanti 47 (28%) hanno avuto le loro attività rimodulate per far fronte all’emergenza Coronavirus.

    Passiamo alla Leva Civica autofinanziata, dove su 126 giovani sono 37 (pari al 29% del totale) quelli che hanno ripreso la leva. Dei volontari in Leva Civica riavviati, il 57% (21 giovani) sta operando nelle sedi di servizio, il 38% (14 ragazzi/e) operando da remoto, mentre 2 (5% del totale) erano in modalità mista. L’84% dei volontari in Leva Civica “riavviati”, pari a 31 unità, sta svolgendo le attività previste dal progetto, mentre i restanti 6 (pari al 16%) hanno avuto le loro attività rimodulate per far fronte alla emergenza Coronavirus. Ovviamente tutti i volontari, sia del Servizio Civile che della Leva Civica, operanti sul territorio sono dotati dei Dispositivi di Protezione Individuale necessari.

     

     

     

  • Saronno, Salone dell'Orientamento: Associazione Mosaico presenta ai giovani le opportunità offerte da Leva Civica e Servizio Civile

    Mercoledì 6 novembre, a Saronno (Va), Associazione Mosaico presenterà ai ragazzi le opportunità post-diploma offerte dalla Leva Civica e dal Servizio civile.

    Associazione Mosaico sarà infatti presente al del Salone dell'Orientamento, organizzato da Informagiovani, presso l'ITIS "G. RIva", Via Carso 6/b a Saronno, dedicato alle classi quarte e quinte delle scuole secondarie di secondo grado delle Province di Varese, Milano e Como. Agli stand, tra cui quello di Associazione Mosaico, il personale dei singoli Istituti sarà a disposizione dei visitatori dalle ore 9 alle 13 per fornire materiali informativi e rispondere alle domande dei ragazzi.

  • Scegli il tuo servizio civile, è uscito il bando!

    BANDO SCADUTO. NON E' PIU' POSSIBILE PRESENTARE DOMANDA

    ________________________________________________________________________________________

    Associazione Mosaico in data 04/09/2019 è felice di comunicarvi la pubblicazione del Bando di SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE!

    Cerchiamo 498 ragazzi e ragazze dai 18 ai 29 anni (non compiuti al momento di presentazione della domanda) che, in cambio di una ricca formazione personale, una nuova e stimolante esperienza e di un compenso di 439,50 euro al mese, si impegneranno per 25 ore alla settimana a favore di Enti sociali, culturali e di promozione del territorio. 

     Ai seguenti link potete trovare tutte le informazioni utili:

    Avviso di selezione pubblica

    Chi può fare domanda?

     

    PRESENTAZIONE DOMANDA

    È possibile presentare la propria domanda di partecipazione entro e non oltre le ore 14:00 del 17/10/2019 accedendo con le credenziali SPID alla piattaforma DOL  https://domandaonline.serviziocivile.it/

    SPID (sistema di identità digitale) è richiedibile gratuitamente presso gli Uffici Postali.

    Attenzione: È possibile presentare una sola domanda di partecipazione. Dubbi? Consulta la nostra guida per la compilazione della domanda. Se hai bisogno di assistenza richiedila qui. Lasciaci i tuoi dati e ti ricontatteremo.

     

    LE POSIZIONI E I PROGETTI DI ASSOCIAZIONE MOSAICO

     Di seguito puoi consultare gli ELEMENTI COMUNI A TUTTI I PROGETTI e le TABELLE RIEPILOGATIVE DELLE 498 POSIZIONI a bando suddivise per provincia e settore.

    PROVINCIA DI BERGAMO       PROVINCIA DI MILANO          
    PROVINCIA DI BRESCIA PROVINCIA DI MONZA BRIANZA
    PROVINCIA DI COMO PROVINCIA DI PAVIA
    PROVINCIA DI CREMONA PROVINCIA DI SONDRIO
    PROVINCIA DI LECCO PROVINCIA DI VARESE
    PROVINCIA DI MANTOVA  

      

    SCHEDE SINTETICHE DEI PROGETTI

     AMBIENTE

    “IMPATTO ZERO O QUASI”

    “PROTEGGI IL TUO AMBIENTE”

     ASSISTENZA ADULTI E TERZA ETA' IN CONDIZIONI DI DISAGIO

    “IL VALORE DELLA SAGGEZZA”

    "RELAZIONARSI CON LA REALTA'”

    “RISCOPRIRE GLI ANGELI”

    “STRINGENDOTI LE MANI”

    “TI SOSTENGO NEL FUTURO”

    “VICINO A TE”

     ASSISTENZA DISABILI

    “CONSORZIO SERVIZI VALCAVALLINA: SINERGIE COMUNI”

    “ENTI DEL PRIVATO SOCIALE LOMBARDI IN SUPPORTO DELLA RETE TERRITORIALE PER UNA COMUNITA' PIU' INCLUSIVA”

    “ENTI LOCALI LOMBARDI IN SUPPORTO ALL'AUTONOMIA ED INCLUSIONE DEI DISABILI”

    “UNIVERSITA' DEGLI STUDI DI BERGAMO: INCLUSIONE ACCEDEMICA VALORIZZANDO L'ETEROGENEITA' E I PUNTI DI FORZA DI OGNI STUDENTE”

     ASSISTENZA MIGRANTI

    “INTEGRAZIONE NEL TERRITORIO LOMBARDO”

     ASSISTENZA MINORI E GIOVANI IN CONDIZIONI DI DISAGIO O DI ESCLUSIONE SOCIALE

    “ABRACADABRA”

    “CONTROVENTO”

    “CRESCERE INSIEME”

    “GIOCO, STUDIO E ..CRESCO”

    “GUARDA LE STELLE”

    “HAPPY CHILD”

    “PROGETTO A.B.C.”

    “STRADA... FACENDO”

    “UN INCONTRO”

     ASSISTENZA PAZIENTI AFFETTI DA PATOLOGIE INVALIDANTI E/O IN FASE TERMINALE

    “ANGELS OF HEALTHS”

     ASSISTENZA PERSONE AFFETTE DA DIPENDENZE

    “DIPENDERE DALL'AUTONOMIA”

     ASSISTENZA RICHIEDENTI ASILO

     “VIANDANTE”

     EDUCAZIONE E PROMOZIONE CULTURALE

     “CITTADINI COMPETENTI”

    “GIVE PEACE A CHANCE 2018”

    “SOSTENIBILITA’”

     PATRIMONIO STORICO, ARTISTICO E CULTURALE

    “C'E' CULTURA NEL TERRITORIO”

    “CHE LA FORZA DEI LIBRI SIA CON VOI”

    “I LIBRI DELLA FANTASIA”

    “IL PASSAPAROLA DEI LIBRI”

    “LA FABBRICA DELLE IDEE”

    “LEGGIAMO INSIEME”

     “LIBERA I LIBRI!”

     “LIBRERIAMO”

    “OGNI LIBRO E' UN VIAGGIO”

    “PRENDI L'ARTE E NON METTERLA DA PARTE” SERVIZIO CIVILE PER LA VALORIZZAZIONE DEL SISTEMA MUSEALE

    “RESTAURIAMO”

    “UN LIBRO TIRA L'ALTRO”

     PROTEZIONE CIVILE

    “FUORI PERICOLO”

     

    Per maggiori informazioni:

    • Associazione Mosaico - Infopoint Giovani Leva Civica e Servizio Civile - Bergamo, Via Palma il Vecchio 18/C, 24128

      ORARI: da lunedì a venerdì: 9.00 –17.30

      TEL: 035 25 41 40 

    • Associazione Mosaico - Erba (CO), Piazza Matteotti 19, 22036

      ORARI: da lunedì a venerdì: 9.00 – 13.00; da lunedì a mercoledì: 14.00 – 18.00; giovedì e venerdì: 14:00 – 17:00

      TEL: 031 679 0022

    • Associazione Mosaico - Monza (MB) Via Cortelonga 12, 20900

      ORARI: da lunedì a venerdì: 9.00 – 13.00; 14.00 - 18:00

      TEL: 039 965 0026

     

    Copertina articolo sito SCU

  • Scegli Mosaico per il tuo Servizio civile

    Mancano pochi giorni al 7 luglio, data di scadenza del bando per diventare volontario in Servizio civile.

    Dacci la tua adesione! Le selezioni sono cominciate.

    Puoi contattarci inviando una Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o chiamarci allo 035 254140. Oppure puoi compilare il form nell’area contatti con tutti i tuoi dati anagrafici. Sarai ricontattato subito!

    Vi rimandiamo per maggiori dettagli alla sezione progetti.

Info Point di Bergamo

Via Palma il Vecchio 18/c
24128 Bergamo BG

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 035 035 254 140
Fax 035 432 92 24

orari
Lunedì–venerdì
9:0–13:00
14:00–18:00

Sede di Bergamo

Via E. Scuri, 1C 
24128 Bergamo BG

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Tel. 035 254 140
Fax 035 432 92 24

orari
Lunedì–venerdì
9:30–12:30
14:30–17:30

Sede di Erba (CO)

 

Piazza G. Matteotti, 19
22036 Erba CO

info.erba@mosaico.org
Tel. 031 679 00 22
Fax 031 228 12 81

orari
Lunedì–venerdì
9:00–13:00
Lunedì, martedì e mercoledì
14:00–18:00
Giovedì e venerdì
14:00–17:00

 

Sede di Monza (MB)

 

Via Cortelonga 12
20900 Monza
tel. 039 9650 026
 
 
orari
Lunedì–venerdì
9:30 –12:30
14:30–17:30